Contenuto principale

 

 

Il notaio è un professionista che opera nell’esercizio di una pubblica funzione dello Stato. E' una figura professionale a cui ci si rivolge per la stipula di un atto che può essere semplice o può mutare radicalmente la posizione economica di un individuo o di una società. Alle volte si tratta di provvedimenti complessi che meritano attente riflessioni. Come tutti sappiamo la legislazione del nostro paese è alquanto vasta, complessa e ricca di sfumature ed è in questo difficoltoso contesto che il notaio, sulla base della propria conoscenza del diritto e con la propria esperienza, deve muoversi con agilità per consigliare il tipo di atto più idoneo evitando molto spesso alle parti lunghe e costose liti. L’atto notarile, infatti, non riguarda soltanto il rapporto tra le parti, ma ha un valore aggiunto per quanto attiene alla sicurezza, alla sua forza esecutiva nel recupero dei crediti, alla prova privilegiata nel processo e alla certezza dei diritti. E' doveroso sapere che l'attività del notaio non si esaurisce con la firma dell'atto ma include numerosi adempimenti, compiti e obblighi da svolgere prima e dopo la conclusione del contratto.

I soldi che vengono versati al momento della stipula comprendono varie voci tra cui, quelle più cospicue, le imposte che il notaio paga allo Stato per conto del cliente e delle spese che devono essere sostenute presso pubbliche amministrazioni per la preparazione dell’atto. Solo ciò che risulta alla voce “onorari e diritti notarili” costituisce il compenso del notaio per la sua attività professionale e per gli adempimenti che deve svolgere.

Le imposte dovute per l’atto possono essere di un importo piuttosto elevato e il notaio è obbligato a pagarle anche se non ne abbia ricevuto il relativo importo. 
Ecco perché la legge gli consente di rifiutarsi di accettare l’incarico se prima dell’atto non abbia ricevuto il pagamento.

Il cliente, se lo richiede, ha diritto di avere dal notaio un preventivo di massima sui costi della pratica.

Il cliente può comunque chiedere chiarimenti sulla parcella del notaio al Consiglio Notarile Distrettuale competente per territorio.

Nella parcella sono comprese varie attività legate al tipo di atto da stipulare:
per un atto di compravendita immobiliare:
• i colloqui con le parti per chiarire e illustrare gli aspetti legati alla compravendita di un immobile, anche in materia urbanistica, l'esame della posizione delle parti e il suggerimento delle possibili soluzioni operative in relazione agli interessi da esse manifestate;
• la redazione dell'atto notarile con l'inserimento delle clausole e delle menzioni previste dalla normativa applicabile alla concreta fattispecie (urbanistica, prestazione energetica ecc.)
• le ispezioni ipotecarie e catastali che il notaio deve effettuare al fine di identificare correttamente l'immobile e di verificarne la proprietà e la libertà da ipoteche ed altri possibili oneri pregiudizievoli per l'acquirente;
• le ricerche in altri pubblici registri, ove previsto;
• la verifica della legittimazione delle parti;
• l'individuazione delle attività necessarie per tutelare le parti in presenza di ipoteche o di altre formalità potenzialmente pregiudizievoli;
• il controllo della legalità del contratto e, se opportuno, l'individuazione di soluzioni alternative a quella prospettata dalle parti;
• l'individuazione del regime fiscale, la liquidazione e la riscossione delle imposte e tasse dovute;
• l'attività di informazione in ordine al regime patrimoniale della famiglia ed alle relative implicazioni sull'acquisto e sulla vendita;
• gli adempimenti della registrazione e della comunicazione dei dati ai pubblici uffici competenti;
• l'esecuzione delle formalità di trascrizione;
• l'analisi dei profili di "diritto internazionale privato", per l'applicazione di leggi straniere, nel caso in cui una delle parti abbia la cittadinanza straniera o sia domiciliata all'estero ovvero ricorrano altri elementi di internazionalità della fattispecie e se necessario, avvalersi di un interprete per la traduzione dell'atto;
• il rilascio delle copie;
• l'attività finalizzata alla conservazione del documento.
La richiesta di un preventivo
Il compenso per l'attività professionale del Notaio è legato al valore economico della pratica e alla sua complessità.

E' opportuno fissare un colloquio, gratuito e senza impegno, durante il quale esaminare attentamente la pratica e controllare i documenti relativi per suggerire la miglior soluzione alle parti, sia dal punto di vista economico che da quello giuridico.

Un preventivo di spesa può quindi essere elaborato in via preliminare soltanto con una certa approssimazione poichè solo l'esame dei documenti consentirà di individuare la soluzione più economica ed efficace.

Alle volte ci possono essere dei costi non preventivabili se non dopo aver intrapreso un'attività di istruttoria, come, ad esempio, il costo delle visure ipotecarie (per gli immobili che non siano ubicati in aree ove vige il regime tavolare che è un regime di pubblicità immobiliare su base reale) . Costo, che può variare anche di molto in relazione al numero di passaggi che ha subito il bene nel corso dell'ultimo ventennio e di quanti sono stati i proprietari. La pubblicità immobiliare in regime di conservatoria è impostata su base personale ed occorre pertanto effettuare tante visure quanti sono stati i soggetti che hanno avuto la titolarità del bene. Un costo che non può essere definito sino a che non siano state eseguite le visure presso i RR.II.

E' da considerare che il preventivo sarà rilasciato sulla base di quanto richiesto dal cliente senza tenere conto di eventuali prestazioni integrative che venissero richieste dallo stesso cliente prima della stipula, come ad esempio patti speciali da inserire, ulteriori convenzioni collegate all'atto come convenzioni matrimoniali o costituzioni di servitù o la cui necessità si rendesse evidente nel corso della preparazione dell'atto.

Al fine di predisporre un preventivo è necessario conoscere alcuni dati minimi:


CON RIFERIMENTO AD UNA COMPRAVENDITA

tipologia dell’immobile (abitativo/commerciale/terreno)
titolo di provenienza
venditore (privato/società costruttrice)
acquirente (privato/società)
eventuale richiesta di agevolazioni “prima casa”
eventuale spettanza di “credito di imposta”
imposte già pagate per la registrazione del contratto preliminare
eventuale spettanza di altre agevolazioni (es. PPC o IAP)
prezzo di vendita dell’immobile
valore catastale (ai fini della applicazione della normativa “prezzo valore”)


CON RIFERIMENTO AD UN MUTUO

tipo di mutuo (fondiario/non fondiario)
capitale concesso a mutuo
importo dell’ipoteca
eventuale collegamento con compravendita

CON RIFERIMENTO ALLA COSTITUZIONE DI SOCIETA’

tipo di società
capitale sociale
tipologia dei conferimenti (denaro, immobili, aziende, crediti..)
esigenze che richiedono l’inserimento di particolari clausole
In ogni caso vi preghiamo di contattarci telefonicamente al n° 040 362656 o tramite e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ai fini della raccolta dei dati necessari per la predisposizione del preventivo. E’ inoltre opportuno comunicare i seguenti dati:
>> nome e cognome del richiedente;
>> recapito telefonico;
>> indirizzo e-mail